Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

The Fascist Art Market before, during and after the Rome-Berlin Axis

Il mercato artistico durante il Fascismo

Informazioni

  • today dal 27/05/2019 al 29/05/2019
  • place Villa Vigoni
  • lock_outlineSu invito
  • Tutte le informazioni riguardanti l’evento vengono fornite dai coordinatori a cui spetta la responsabilità
  • Coordinamento

    PD Dr. Christian Fuhrmeister, Zentralinstitut für Kunstgeschichte, München,

    Prof. Donata Levi, Udine.

ABSTRACT

Il seminario mira a riunire sia ricercatori esperti sia studenti di dottorato al fine di analizzare congiuntamente un ambito che esige per sua natura un approccio transnazionale (e transdisciplinare). Il mercato italiano fra gli anni Trenta e Quaranta non è stato finora oggetto di ricerche approfondite. Lo scopo è quello di indagare sia le dinamiche interne del mercato artistico (ruolo dei mercanti, dei collezionisti, degli esperti, degli storici dell’arte attivi nel mondo dell’università e dei musei) sia la rilevanza, in un quadro più generale, di componenti politiche ed economiche.
Dal momento che le fonti documentarie e visive devono essere alla base di questo campo di ricerca, molti contributi prenderanno in considerazione importanti nuovi materiali recentemente emersi in archivi pubblici e privati. Allo stesso tempo, tuttavia, si intendono affrontare anche più ampie questioni metodologiche inerenti lo studio del mercato artistico nei suoi rapporti con la storia politica.